Il lavoratore che usufruisce dei permessi legati alla Legge 104 per l’assistenza di un familiare disabile grave è esonerato dai turni notturni e da eventuali turni di reperibilità. Orario di lavoro notturno. La soluzione prospettata ha un rilevante impatto pratico nel settore del trasporto aereo, dove le ipotesi effettive di esonero dal lavoro notturno Lavoro giornaliero di 9 ore in uno spazio … N.B. È illegale vedere le partite in streaming? L'esonero dai turni di guardia e/o di pronta disponibilità fa riferimento esclusivamente al lavoro notturno. Allega alla presente richiesta: - Certificazione relativa alla condizione di essere unico genitore (es. Spiacenti, ma l’unico esonero previsto dalla legge, nel primo anno di età del bambino, riguarda il lavoro notturno (estendibile fino a 3 anni su richiesta della lavoratrice). 8 aprile 2003 n.66. La soluzione prospettata ha un rilevante impatto pratico nel settore del trasporto aereo, dove le ipotesi effettive di esonero dal lavoro notturno (artt. Quindi, è considerato turno di notte, ad esempio, quello che va dalle 11 di sera alle 7 del mattino, oppure dalle 10 di sera alle 6 del mattino e così via. Il datore di lavoro indica il numero di giorni di lavoro notturno svolti. Bisogna ricordare che il lavoro notturno è considerato usurante e, come tale, non solo non è adatto a tutti ma dà anche la possibilità di andare in prepensionamento. Provincia di Brescia. Oltre le norme di legge, l’esonero può essere sancito da un accordo sindacale o individuale del contratto collettivo, per il personale che compia una certa età anagrafica o, in mancanza di queste possibilità, il lavoratore stesso può richiedere al datore di lavoro di essere esentato dalle notti, avendo superato una certa età anagrafica o, in altri casi, se il medico competente certifica che, data l’età anagrafica del … Richiedi una consulenza ai nostri professionisti. È possibile scaricare la lettera per esonero lavoro notturno e poi redigere il testo a mano oppure si può compilare il testo al pc e poi stampare la lettera già completa di tutte le informazioni. Nell’ordine si chiede la revoca all’espletamento del turno notturno del personale avente i giusti requisiti per l’esonero. Circa la locuzion e "a carico" il Minist e ro d e l lavoro… Le ipotesi che consentono l’esonero dal lavoro notturno riguardano: - la lavoratrice madre di un figlio di età inferiore ai 3 anni o, in alternativa, il lavoratore padre convivente con la stessa. 040 – 399 5242/5161 maternita@asugi.sanita.fvg.it sulla maternità non si applichino al personale di volo nell’aviazione civile. Vorrei un consiglio. Lavoro notturno e parenti di persone con disabilità Lo svolgimento del lavoro notturno è stato oggetto di numerosi interventi legislativi. 2) e come, d’altra parte, tale causa di esonero dal lavoro notturno non sia prevista dal d.lgs. Ecco come fare e quali sono le norme.. 2. Circa la locuzione "a carico" il Ministero del lavoro, con la Risoluzione n. 4 del 6 febbraio 2009, ha fornito alcune precisazioni. N.B. ESONERO DAL LAVORO NOTTURNO : REGOLE, PRASSI, ECCEZIONI . 42 e 53 del Testo coordinato – Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 e Decreto Legislativo 23 aprile 2003, n. 115). Art. Normativa di riferimento Legge 9 dicembre 1977, n. 903: “Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro”; Esonero dal lavoro notturno 04 Settembre 2009 Francesca Bertinelli L’articolo 11, comma 2, Decreto legislativo 66 del 08.04.2003, prevede che “non possono essere obbligati a prestare lavoro notturno”: a) la lavoratrice madre di un figlio di età inferiore ai 3 anni o, alternativamente a questa, il lavoratore padre dell’Ufficio collocamento mirato. Fac-simile richiesta di esonero parziale. Lavoro notturno e parenti di persone con disabilità Lo svolgimento del lavoro notturno è stato oggetto di numerosi interventi legislativi. Il Ccnl non indica alcun esonero … Il diritto del padre è solo “ alternativo ”, il che significa che egli può esercitarlo solo qualora la madre sia titolare dello stesso diritto e rinunci ad esercitarlo, con la conseguenza che quello del padre costituisce un diritto derivato. Ci sono, però, delle situazioni in cui quest’orario non è permesso oppure nelle quali è possibile chiedere di lavorare soltanto di giorno. Fanno eccezione le esigenze di servizio per cui l’amministrazione può rigettare la richiesta di esonero dal lavoro notturno dell’over 50, ma che il datore di lavoro potrebbe essere chiamato a dimostrare davanti ad un giudice, in caso di impugnamento del rigetto. Il lavoro notturno viene svolto in Italia da circa 3 milioni di persone ed è attualmente molto richiesto viste le molteplici attività che richiede una turnazione sulle 24 ore. Innanzitutto, per lavoro notturno si intende il lavoro svolto per 7 ore consecutive, comprendente l’intervallo tra le 24 e le 5 del mattino. Trattandosi di materia soggetta a contrattazione decentrata, si richiede a codesto Ufficio di intervenire nel merito nei confronti della Direzione della C.C. La richiesta esonero lavoro notturno può essere presentata dalla lavoratrice in stato di gravidanza, con bambini di età inferiore a tre anni o con a carico persone disabili Diritti del … ESONERO DAL LAVORO NOTTURNO : REGOLE, PRASSI, ECCEZIONI-. In questi casi, quando ti tocca ti tocca: inizi quando gli altri vanno a casa a cenare con la famiglia e finisci quando i colleghi ti danno il cambio dopo aver fatto colazione. Normativa di riferimento. RICHIESTA DI ESONERO LAVORO NOTTURNO SINO AL COMPIMENTO DEL TERZO ANNO DI VITA DEL BAMBINO All’Ufficio Maternità dell’Asugi di Trieste - Gorizia Via del Farneto 3 – Trieste tel. Lavoro in un'azienda pubblica Usl come infermiere sono padre dei due figli di 2 anni il primo e secondo di sei mesi. Update 10 Giugno 2019. I facsimili per chiedere il cambio di orario per patologia o perché si ha un figlio piccolo o un disabile a carico. In particolare per la richiesta esonero lavoro notturno sono disponibili due distinti fac simile, entrambi in formato "doc". L’articolo 17 della Legge 5 Febbraio 1999 n. 25 stabilisce che le donne in accertato stato di gravidanza e fino al compimento di un anno di età del bambino non possono essere sottoposte a turni di lavoro compresi nella fascia tra le ore 24:00 e le ore 06:00. divieto e i limiti al lavoro notturno previsti dall’art. L’azienda, però, per coprire le assenze di Mario, chiede a Giuseppe di lavorare dalle 22 alle 5 per 90 giorni l’anno (quindi più del limite minimo di 80 giorni). La richiesta di esonero dal lavoro notturno va presentata al proprio datore di lavoro. Ammesso e non concesso che un lavoratore sia adatto a fare il turno di notte, quante ore può dedicarsi alla sua attività? Giuseppe, invece, lavora solitamente dalle 9 alle 16. Le ipotesi che consentono l’esonero dal lavoro notturno riguardano: - la lavoratrice madre di un figlio di età inferiore ai 3 anni o, in alternativa, il lavoratore padre convivente con la stessa. Ci aiuta il D.Lgs. Chi può fare il lavoro notturno e chi no. 8 aprile 2003, n. 66 e dalla contrattazione collettiva cui la legge fa rinvio. 29, co. 3, d.P.R. C’è, innanzitutto, da precisare che cosa si intende per lavoro notturno e quali sono i limiti giornalieri imposti dalla legge. In pratica, se pensi di essere in questa situazione devi: L’azienda può chiedere al dipendente di sottoporsi ogni 2 anni ad un controllo per verificare se può riprendere o meno il turno di notte. Non tutti i lavoratori, però, possono essere inseriti nel turno di notte. Ai sensi dell’art. Oggetto: Comunicazione dei requisiti e richiesta dell’immediata l’applicazione Art.53 Legge 151/01 per l’esonero al lavoro notturno. Oggetto: illegittimo diniego a domanda esonero turno notturno per dipendenti che assistono persone riconosciute affette da disabilità non in situazione di gravità ex art, 3, co. 1, l. 104/1992. Via Cefalonia, 50 - 25124 Brescia. Subentrano, poi, i contratti nazionali di categoria che, come vedremo tra poco, fissano la durata del turno di notte, comunque sempre entro i vincoli dettati dalla legge. 8/4/2003, n. 66 che rimanda ai singoli CCNL (contrattazione collettiva): il “periodo *** L’articolo 11, comma 2, Decreto legislativo 66 del 08.04.2003, prevede che “non possono essere obbligati a prestare lavoro notturno”: In alcuni casi, l’esonero riguarda i figli piccoli a carico, in altri l’età del soggetto, in altri ancora eventuali patologie che impediscono di svolgere l’attività in questo orario. Per quanto riguarda, invece, la certificazione dello stato di handicap (ai sensi della Legge n. 104/1992) deve essere richiesta dalla persona con disabilità o da chi ne fa le veci alla ASL di residenza (v. scheda approfondimento). Ecco quali dati è necessario indicare nel testo del fac simile richiesta esonero lavoro notturno: Dopo aver completato la compilazione del lettera per esonero lavoro notturno è necessario provvedere alla sua presentazione. Vuoi far Richiesta di Esenzione dal Lavoro Notturno e non sai che Documentazione Portare? Divieto lavoro notturno genitore figli età inferiore a tre anni. Innanzitutto, per lavoro notturno si intende il lavoro svolto per 7 ore consecutive, comprendente l’intervallo tra le 24 e le 5 del mattino. 13 del D.Lgs. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. 53 co.3 del D.lgs. dati anagrafici del dichiarante (nome e cognome); nome dell’azienda presso la quale si è impiegati; il motivo per cui si chiede l'esonero: presenza di un bambino di età inferiore ai tre anni, presenza di un soggetto disabile, ecc.. Nota INL n. 1438 del 14 febbraio 2019, richiesta di parere in ordine ai limiti dell’orario di lavoro notturno ai sensi dell’art. E’ possibile per un soggetto diabetico, anche se non scompensato, ottenere quale lavoratore dipendente orari più flessibili e l’esenzione dai turni di notte? Stampa 1/2016. 5.3 L. 68/99 Nota INL n. 1438 del 14 febbraio 2019, richiesta di parere in ordine ai limiti dell’orario di lavoro notturno ai sensi dell’art. Lo stesso principio viene applicato anche per il lavoro notturno. Inoltre, in base all’accordo nazionale quadro del 2009, i lavoratori che hanno compiuto i 50 anni di età o che hanno un’anzianità di servizio di almeno 30 anni possono chiedere (e ottenere) l’esonero dal lavoro serale o dal lavoro notturno. Per quanto riguarda, invece, la certificazione dello stato di handicap (ai sensi della Legge n. 104/1992) deve essere richiesta dalla persona con disabilità o da chi ne fa le veci alla ASL di residenza (v. scheda approfondimento). Legge 104: i moduli sono 2 in quanto i benefici possono essere diversi a seconda dei casi. Spetta al medico curante valutare se sia il caso o meno di fare una richiesta al datore di lavoro per ottenere un orario più consono alle condizioni di salute del dipendente. 53 del D.Lgs. divieto e i limiti al lavoro notturno previsti dall’art. Leggi la Risposta del Nostro Specialista in Medicina del Lavoro, il Dottor Stefano Vignali. Non è l’orario più gradito da tutti per recarsi al lavoro, ma ci sono delle aziende che hanno l’esigenza di non fermare mai la produzione, nemmeno dal tramonto all’alba. morte dell’altro coniuge, affidamento … n.151/2001, puoi chiedere l’esonero al lavoro notturnose appartieni ad una delle seguenti categorie: 1. Il decreto definisce come: periodo notturno il “periodo di almeno sette ore consecutive comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino “; lavoratore notturno, alternativamente:. – violazione sistema relazioni sindacali, richiesta convocazione Commissione paritetica ex art. Il fatto che non sia previsto non significa che sia proibito.Provi a chiedere. Buonasera, volevo chiedere una cosa. Fac simile con cui il dipendente di un ente pubblico o privato, in possesso di determinati requisiti, chiede di essere esonerato dal lavoro notturno così come stabilito dalla vigente normativa. esonero turno notturno; richiesta aspettativa non retribuita; videosorveglianza controllo a distanza dei lavoratori; pause fisiologiche; pausa caffe; indennita di disagio e tfr; calendarizzazione ferie residue; chi decide le ferie il datore di lavoro o il dipendente; cigo e istituti vari; sicurezza sul lavoro… Follow @Moduli_it La Legge per Tutti" è una testata giornalistica fondata dall'avv. 53 del T.U. la madre o il padre convivente (uno dei due) di un bambino minore di 3 anni; un lavoratore o una lavoratrice unico affidatario di un figlio minore di 12 anni; un dipendente che abbia a carico un disabile riconosciuto dalla Legge 104; la donna tra l’attesa della conferma della gravidanza e l’anno di età del bambino; i minori per un periodo di almeno 12 ore consecutive comprendente l’intervallo tra le 22 e le 6 o tra le 23 e le 7. fare gli esami o le visite prescritti e consegnare gli esiti al medico aziendale, il quale, se sarà il caso, preparerà un. Il secondo comma della stessa legge stabilisce, inoltre, che sono esentati dal lavoro notturno: Infine possono farne richiesta le lavoratrici e i lavoratori che hanno a proprio carico un soggetto (non necessariamente un bambino) con accertata disabilità grave, ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e successive modificazioni ("richiesta esonero lavoro notturno legge 104"). alimentare: dalle 22 alle 6 agli effetti retributivi e dalle 22 alle 5 agli effetti legali; calzature: dalle 22 alle 6 agli effetti retributivi e dalle 23 alle 6 agli effetti legali; carta: dalle 22 alle 5 e l’orario coincidente con il 3° turno per i turnisti; chimica: 9 ore da fissare tra le 20 e le 8 per i non turnisti; gomma/plastica: 9 ore da fissare tra le 20 e le 8 per impiegati e intermedi e dalle 22 alle 6 per gli operai; grafica/editoria: dalle 22 alle 5 e disciplina specifica per il lavoro compreso nel 2° e 3° turno; metalmeccanica: dalle 12 ore successive all’inizio del turno del mattino; terziario-Confcommercio: dalle 22 alle 6; tessile/abbigliamento/confezioni: dalle 22 alle 6 agli effetti retributivi e dalle 23 alle 6 agli effetti legali; una visita medica su domanda del lavoratore. sulla maternità non si applichino al personale di volo nell’aviazione civile. Richiesta esonero lavoro notturno AL DIRETTORE GENERALE AZIENDA U.L.S.S. Oggetto: richiesta di autorizzazione/rinnovo all’esonero parziale ex art. Dott.ssa Francesca Bertinelli L’articolo 11, comma 2, Decreto legislativo 66 del 08.04.2003, prevede che “non possono essere obbligati a prestare lavoro notturno”: . Al Responsabile . 2. Rieti al fine di evitare azioni unilaterali senza il coinvolgimento delle OO.SS. Esonero dal lavoro notturno, regole, prassi, eccezioni (Francesca Bertinelli). Limitazione al lavoro notturno per insonnia cronica Condivisioni ( 0 ) Salve ho fatto i turni per 8 anni, tra cui il lavoro nottuno fino al 2011 (1 settimana 6:00-14:00 1 … Settore Lavoro. !function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0];if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src="//platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs"); termini e le condizioni di utilizzo del portale, Come autocertificare la valutazione dei rischi sul lavoro, Lettera di trasferimento dipendente altra sede, Lettera richiesta motivazioni trasferimento lavoratore: modello DOC. 151/2001: "Ai sensi dell'articolo 5, comma 2, lettera c), della legge 9 dicembre 1977, n. 903, non sono altresi' obbligati a prestare lavoro notturno la lavoratrice o il lavoratore che abbia a proprio carico un soggetto disabile ai sensi della legge 5 … 18, co 1, lett, f) dPR […] Ma come farsi esonerare dal turno di notte? La normativa vigente, regola l’esonero dei turni di lavoro e la modalità dei permessi legge 104, nello specifico sono esonerati i lavoratori che svolgono lavoro notturno, che assistono a proprio carico un soggeto disabile ai sensi delle legge 104/1992 e successive modificazioni. Ecco come fare e quali sono le norme.. Chi, invece, rientra nelle altre categorie e vuole farsi esonerare dal turno di notte, deve inviare una comunicazione all’azienda specificando il motivo per cui chiede di essere sollevato dal lavoro notturno (trovi i facsimili in basso). Hai letto bene: se nell’arco di quelle 7 ore è compreso l’intervallo che va dalla mezzanotte alle 5 del mattino, stai facendo un lavoro notturno. 18, co 1, lett, f) dPR […] In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come avere l'esonero dal lavoro notturno.In base alla nota legge 104, tutti quei lavoratori che hanno a proprio carico un soggetto disabile non possono essere adibiti al lavoro notturno … Per quanto riguarda la possibilità di rifiutare il lavoro notturno fino al compimento di tre anni di età del bambino, questa spetta innanzitutto alla madre. Come detto entrambi i documenti presenti in fondo alla pagina sono disponibili in formato DOC, dunque editabili mediante un comune programma di scrittura. Nozione Il lavoro notturno è disciplinato dal D.Lgs. Buongiorno avrei necessità di una consulenza sul diritto del lavoro. Allega alla presente richiesta: - Certificazione relativa alla condizione di essere unico genitore (es. Oggetto: Requisiti e richiesta dell’immediata l’applicazione art.53 Legge 151/01 per l’esonero dal lavoro notturno. 8 aprile 2003 n.66. La richiesta di esonero dal lavoro notturno va presentata al proprio datore di lavoro. Che cosa si intende per lavoro notturno. 164/2002 per esame interpretazione art. I permessi giornalieri e/o mensili di cui all'articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104. sono un diritto, per la cui fruibilità non è previsto alcun limite, tanto meno il gradimento annuale del direttore sovra ordinato. Se non c’è una normativa in merito nei contratti collettivi, viene considerato lavoratore notturno chi svolge la sua attività per almeno 3 ore durante il periodo sopra citato per un minimo di 80 giorni all’anno. Per lavoro notturno da cui può essere chiesto l'esonero si intende quello svolto tra le 22 e le 5, tra le 23 e le 6 e tra le 24 e le 7. Il lavoratore notturno è quello che svolge durante il periodo sopra citato alternativamente: Facciamo un esempio. 2. N° 7 VIA LUBIN 16 31053 PIEVE DI SOLIGO TV ... di non prestare lavoro notturno fino al _____ (data di compimento del 3° anno di vita del figlio) ai sensi dell’art. Estratto conto contributi Inps: non ha valore certificativo, Coronavirus: la Russia avrà il vaccino entro il 10 agosto, Dimissioni online a pagamento se le fai al sindacato. Carta intestata del datore di lavoro. La richiesta di esonero dal lavoro notturno va presentata al proprio datore di lavoro. In linea di massima, il lavoro notturno non può superare in media le 8 ore nell’arco delle 24 ore. Questo limite è da calcolare con la media tra le ore lavorate e quelle non lavorate, quindi 1/3, e non può essere applicato su un periodo di riferimento uguale alla settimana lavorativa di 6 giorni, a meno che i contratti nazionali o aziendali abbiano qualche precisa disposizione in proposito. Ad eccezione dei casi richiamati, resta solo un’altra possibilità: il dipendente può essere esentato dalle notti se il medico competente certifica che, stante l’età anagrafica del soggetto, lo stesso non è più idoneo allo svolgimento del lavoro notturno. Così l’articolo resta abbastanza inutile e fine a se stesso. - periodo di riferimento sul quale calcolare come media il suddetto limite (data pubblicazione 15 febbraio 2019).